lunedì 30 dicembre 2013

Pallina decorativa Primo Natale


Pallina decorativa per il primo Natale del piccolo Lorenzo. 

Auguri a tutti di Buone Feste e di felicissimo 2014

CriCrilla

lunedì 11 novembre 2013

Ghirlanda Nascita


Per la tua nascita Amore Mio..
ancora farfalle , 


un sonaglino ed i colori dei maschietti,


delicati e soffici pon pon, ed un pò di merletti..


sei la mia gioia. 


mercoledì 30 ottobre 2013

Tableau per il Battesimo di Lorenzo




Il 20 Ottobre abbiamo battezzano il nostro cucciolo. 
E' stata una bella cerimonia che mi ha emozionata tanto.. il piccolo è stato buono e non ha ciucciato ne dormito per tutto il giorno! Troppo eccitato ed impiccione !! 
E' stato buono buono in braccio a tutti, un vero tesoro. 

La sera era veramente finito!! 

Questo è il tableau per il ristorante che ho realizzato, semplice semplice con tante farfalle, perchè lui è la Primavera della mia vita!



Per contrassegnare i tavoli, questi piccoli e semplici centrini di carta con le farfalla ed un piccolo brillantino.


Un caro abbraccio a tutte voi,

CriCrilla

sabato 21 settembre 2013

L'allattamento al seno.. ovvero come una neo-mamma combatte le terribili ragadi!

Dunque.. tutto bellissimo, stupendo, indescrivibile.. ma nessuno che ti abbia mai detto quanto sia difficile, faticoso e sconfortante allattare al seno. Sconfortante quando compaiono dei problemi, i quali, limitano o rendono difficile, doloroso, insopportabile allattare.

Per quanto si legga sui libri, sulle riviste, su internet niente e nessuno, secondo me può prepararti adeguatamente all'allattamento a meno che non si abbia un'ostetrica che ti segua personalmente, ti corregga immediatamente gli errori, ti supporti, ti conforti. Oppure si abbia la fortuna di essere tra quelle che vanno subito come un treno, non hanno problemi ai capezzoli e che il loro bimbo si attacca perfettamente e subito in modo corretto al seno.

Cominciamo col dire che io ho sempre voluto allattare Lorenzo con il mio latte, che per fortuna è arrivato con una montata lattea nemmeno troppo dolorosa.. solo forti brividi di freddo in una notte caldissima di metà Luglio. Sono stata fortunata perché non sempre e non a tutte arriva il latte ( che ne dicano che il latte ce l'hanno tutte.. alcune anche se lo desiderano purtroppo non lo producono o non abbastanza).


Arrivato il latte il primo problema che si può presentare è l'attacco del bimbo al seno, cosa importantissima, perché da questo dipende molto, se non tutto. Il bimbo deve spalancare la bocca e la mamma deve portare la testina del piccolo verso il seno e far prendere sia il capezzolo sia l'areola.



Ha molta importanza la conformazione fisica del capezzolo. A volte alcune donne presentano un capezzolo rientrato, che non si estroflette ma che non impedisce l'allattamento, sia chiaro.

Io credevo di non aver problemi in questo, invece quando Lorenzo ha iniziato ad attaccarsi, faceva estremamente fatica al seno sinistro perché  lì il capezzolo è leggermente più piccolino del destro. Non vi dico la tragedia.. per riuscire a farlo attaccare; io impedita che neanche lo sapevo tenere, lui affamato che cercava di prenderlo, non ci riusciva, urlava come un'aquila diventando bordeaux!
Alla fine grazie al consiglio di un' amica sono riuscita a farlo succhiare cambiando la posizione ed utilizzando quella detta a "boomerang".


E' importante l'attacco perchè altrimenti si creano dei tagli al capezzolo, le famose e temute ragadi. Io ho scoperto di averne diverse quando siamo corsi al Pronto Soccorso perché Lorenzo aveva rigurgitato un po' di sangue.. i taglienti sui capezzoli erano piccoli ma lui succhiando forte oltre al latte risucchiava anche il mio sangue. Non me ne ero accorta.. si , provavo dolore ma praticamente ne avevo sempre sentito quindi non credevo fossero ragadi..

Comunque da quel giorno è iniziata la grande lotta contro le ragadi .. battaglia ancora aperta visto che ho trovato in parte la soluzione per sopportare il dolore, preservare la pelle del capezzolo e continuare ad allattare. La condivido qui, perché forse potrebbe essere utile a qualcuno che come me ha la pelle delicata e l'azione di suzione non è sopportata bene.

In pratica spalmo uno strato di crema Purelan 100 sul capezzolo dopo ogni poppata e dopo aver risciaquato il capezzolo con acqua tiepida. 



La lanolina è una sostanza naturale e non è necessario risciacquare il capezzolo prima della suzione del bambino, così lo strato di crema protegge la pelle delicata nel momento dell'attacco.
Per evitare che la crema alla lanolina venga assorbita dalla stoffa del reggiseno posiziono delle coppette della Meleda comprate precedentemente quando avevo la necessità di estroflettere un pò di più il capezzolo sinistro.

Queste coppette isolano il capezzolo dai vestiti, lasciano perciò agire per bene la crema Purelan 100 , sono munite di fori verso l'alto per permettere l'areazione. In realtà le coppette specifiche per questo compito sono quelle denominate protettrici del capezzolo, che presentano un'apertura più grande, ma non sono ancora riuscita a trovarle..




Tra una poppata e l'altra perciò la pelle del capezzolo resta idratata dalla crema che cura le ragadi presenti e previene la formazione di nuove.

Ad ogni poppata lavo bene le coppette in silicone e spesso le sterilizzo anche, non vanno a contatto con il capezzolo, ma è sempre meglio evitare possibili contaminazioni batteriche.

Da quando ho adottato questo metodo sono rinata! Le ragadi sono passate e quando Lorenzo si attacca non vedo più le stelle! Allattare è diventato un dolcissimo momento e non un incubo come le primissime settimane!



Dopo questa bella pubblicità completamente gratuita alla Medela, vi saluto che il piccolo reclama le attenzioni della mamma, vi abbraccio e spero che un giorno questo post possa essere d'aiuto a qualche neomamma. 

bacio 
CriCrilla






mercoledì 17 luglio 2013

venerdì 5 luglio 2013

Regalo speciale di Airali Handmade


Poi suona il corriere e ti consegna una scatola così... la apri e.. meraviglia..


Ti commuovi perché è tutto tenerissimo e si percepisce l'amore e la dedizione che sono stati usati per creare queste meraviglie.


Ilaria realizza queste magiche cosine ed io e il mio cucciolo siamo tanti fortunati ad averli ricevuti!




Grazie Ilaria sono stupendi!!


venerdì 21 giugno 2013

Set Regalo per Bebè



Un regalo per una persona speciale che come me sta vivendo il suo sogno.
Anche per lei in arrivo un fagottino celeste, e questo è ciò che ho realizzato per il suo bimbo.




Realizzato seguendo questo schema e con l'aggiunta di piccole orecchie.


Realizzato seguendo questo pattern.



Potete farlo seguendo il mio tutorial pubblicato di qualche tempo fa.

Anche per il mio cucciolo ho realizzato diverse cose come queste, con tessuti diversi.. il tempo stringe e non so se riuscirò a postarli.. chissà... 

vi abbraccio tutte 
CriCrilla

mercoledì 12 giugno 2013

Scarpette neonato ai ferri - Tutorial -




Ho sempre saputo che sarei riuscita ad imparare a lavorare a maglia se mi fosse stato concesso un po' di tempo e relax.. e quale periodo migliore può essere se non la gravidanza, quello di imparare a lavorare ai ferri?
Così finalmente sono riuscita a realizzare qualcosa di più complesso, che per le "guru" della maglia sarà anche un piccolo traguardo , e niente di che.. ma per me queste scarpette hanno significato tanto e mi hanno riempita di orgoglio e soddisfazione!! 




Lo schema che vi riporto sotto è stato elaborato da me, provando a realizzare diversi schemi di scarpine.. alla fine ho un po' miscelato i pattern e ne è uscito questo che secondo me è un buon compromesso.





Scarpette neonato ai ferri

Ferri numero 2,5

Avviare 26 maglie.
Lavorare a maglia legaccio per realizzare la soletta, cioè tutti i ferri a diritto.

1° ferro: tutto a diritto
2° ferro: lavorare a dir, e per creare 4 aumenti effettuare 4 maglie gettate, alla 2°maglia , alla 12°, alla 14° e alla  25°.
3°ferro: tutto a diritto, nelle maglie gettate lavorare il diritto prendendolo sul dietro, in questo modo si formano gli aumenti. In totale saranno 30 maglie.
4° ferro: lavorare a dir, effettuare le gettate alle 2°, 14°,16° e 29° maglie.
5° ferro: tutto a diritto, in totale 34 maglie.
6° ferro: lavorare a dir, effettuare le gettate alle 2°, 16°,18° e 33° maglie.
7° ferro: tutto a diritto, in totale 38 maglie.
8° ferro: lavorare a dir, effettuare le gettate alle 2°, 17°,19° e 37° maglie.
9° ferro: tutto a diritto, in totale 42 maglie.
10° ferro: lavorare a dir, effettuare le gettate alle 2°, 20°,22° e 41° maglie. 
11° ferro: tutto a diritto, in totale 46 maglie.

Ora iniziare a lavorare a maglia rasata, cioè un ferro a diritto ed uno al rovescio. In totale per 5 ferri:

12°ferro: tutto a rovescio
13° ferro: dir.
14° ferro: rov.
15° ferro: dir.
16° ferro: rov.

Ora realizziamo la tomaia:

17° ferro: 18 dir, 1 passata, 9 dir, 1 accavallata, voltare il lavoro.
18° ferro: 1 pass, 9 rov, 2 rov. insieme, voltare.
19° ferro: 1 pass, 9 dir, 1 accav, voltare il lavoro.
20° ferro : 1 pass, 9 rov, 2 rov. insieme, voltare.
21° ferro: 1 pass, 9 dir, 1 accav, voltare il lavoro.
22 ° ferro: 1 pass, 9 rov, 2 rov. insieme, voltare.
23 ° ferro: 1 pass, 9 dir, 1 accav, voltare il lavoro.
24° ferro: 1 pass, 9 rov, 2 rov. insieme, lavorare fino alla fine del ferro.

25° ferro: tutto a dir. 35 maglie
26° ferro: tutto rov.
27° ferro: tutto dir.
28° ferro: tutto rov.

Realizziamo i passanti per il cordoncino in questo modo:

29° ferro: 1 dir, *1 gettata, 2 dir insieme, 1 dir* ripete da *a * per tutto il ferro.
30° ferro: a rovescio, le gettate sono lavorate prendendo la maglia sul davanti.
31° ferro: dir.
32° ferro: rov.
Proseguire a maglia costa 1/1 ( una maglia a rov e una al diritto) lavorando così per 8 ferri.
Chiudere il lavoro.
Cucire il dietro e la soletta con l'ago.



Un abbraccio
 CriCri

venerdì 31 maggio 2013

La copertina Granny con tutorial



Grazie a tutte coloro che ci hanno lasciato delle parole e dei pensieri dolci all'ultimo post, quello che per me finora è uno dei più importanti ad aver pubblicato. Grazie, siete state dolcissime!!

Siamo arrivati a 34 settimane più 3 giorni ed il mio piccolo amore scalcia e si fa sentire!! Cuore di mamma sua!! Io sono diventata una lumacona a fare tutto!! Anche le cose che mi piacciono diventano faticosissime e mi mette pensiero tutto! Secondo me, ancora, non ho del tutto realizzato che tra qualche settimana la nostra vita sarà stravolta dall'arrivo di questo Dono Immenso.. no..no.. ancora non mi sembra vero!!! 


In questi mesi volevo realizzare una marea di cose per il cucciolo, ma devo dire che prima , per scaramanzia , non ho realizzato niente.. poi la stanchezza si è impadronita di me e ogni progetto diventa  un' impresa faraonica!!
Qualcosina però l'ho realizzata ed oggi vi mostro una copertina a crochet che pian piano ho crochettato durante l'inverno, è in lana e credo che la userò più in là, visto che il cucciolo arriverà a Luglio e mi auguro che questo tempo pazzo abbia trovato un verso e sia giunta l'estate. 




E' composta da 42 piastrelle unite insieme e rifinita da un bordo che mi piace moltissimo.



Vi lascio gli schemi per realizzarla, potete sbizzarrirvi molto con questa piastrella semplice, usando tante combinazioni di colori. 
Un' idea molto carina, a cui ho pensato però troppo tardi, è quella di iniziare la piastrella sempre con lo stesso colore e poi continuarla con uno diverso. Si crea una sorta di centro colorato che ricorda un fiore. 



Il bordo è stato preso da questo libro, ricchissimo di idee.





Da quando abbiamo scoperto che il cucciolo era finalmente nel mio ventre, ogni giorno recitiamo questa preghiera, è divenuto un "rito" dolce e piacevole che ci unisce ancora di più ed un ringraziamento sincero per questa benedizione.


Preghiera nell'attesa di un figlio




Voglio ringraziare la mia amica blogghina Annagiulia per aver effettuato le nuove modifiche ed abbellimenti della testata del blog. Come sempre hai fatto un lavoro eccelso fatina! Ti adoro...


CriCri

venerdì 26 aprile 2013

Il nostro sogno cresce dentro di me..



Si, eccomi qua.. 
finalmente con questa immensa gioia dentro..
 dopo aver attraversato prove dure, paure ed attese interminabili, finalmente il nostro sogno si sta avverando, finalmente saremo in tre.

A distanza di quasi due anni dalla mia brutta esperienza con un tumore alla tiroide, raccontato qui, mi sento rinata, baciata dal cielo, benedetta da Dio perché ha ascoltato questa mia preghiera recitata ogni giorno ed ogni volta che la paura si è impossessata di me:

Preghiera per il dono di un figlio





Con questa gioia immensa nel cuore vi abbraccio tutte 

 CriCri

martedì 9 aprile 2013

Porta Tamburello in feltro



Per te,
 che se mi chiedi un favore mi faccio in quattro per soddisfarti,

per te, 
che sei una donna speciale e matta,


Per te 
che hai dato al mondo una figlia straordinaria ed inimitabile.

Per te 
che anche se non ci vediamo mai sei rimasta nel mio cuore. 

Per te 
che hai sempre tanto da insegnarmi e farmi conoscere.


Che sei piena di estro e voglia di fare, di ridere e cantare.


Che mi hai fatto crescere sotto tanti punti di vista e 
per questo vorrei avere l'opportunità di frequentarti ancora.


Te che sei sempre tra le nuvole, a mille giri e a mille colori!


Unica ed inimitabile relatrice di tesi che fa arrampicata libera, 
danza del ventre ed un corso di tamburello!!


Spero ti sia piaciuto.

Non posso non ammettere di essermi ispirata follemente ed inesorabilmente ai lavori di Elena Fiore ammetto con scarso risultato.. ;P. 

un caro abbraccio

 CriCrilla