venerdì 18 marzo 2011

Silenzio per il Giappone

" In nessun paese l'estetica della vita quotidiana e dei luoghi che la proteggono è stata oggetto di una ricerca così raffinata e delicata come in Giappone...lo spirito del Giappone tradizionale tocca forse il proprio culmine...nella semplicità elegantissima delle sue dimore private"

( S.Slesin - S. Cliff - D. Rozensztroch: "Lo stile giapponese" - Mondadori )



Prendo in prestito questa citazione dal blog di Pia perchè anche per me il popolo giapponese è, ed è sempre stato,
di grande ispirazione;


disegni, anime, manga, bambole, decorazioni, materiali, stoffe, costumi, cibi, tutto ciò mi ha sempre affascinato.

Non posso far altro che stare in silenzio, per le vittime e per coloro che stanno soffrendo a causa di disastri scaturiti dalla natura, e per questo incomprensibili..


Ma soprattutto per coloro che soffriranno, invece, a causa della
mania d'onnipotenza dell'uomo.


No, mai più, alle centrali nucleari !

Cosa deve accadere ancora perchè se ne comprenda la pericolosità?



-immagini prese dal web-




9 commenti:

  1. condivido con te questo pensiero.....purtroppo sono i soldi che muovono il mondo.......dobbiamo dire NO tutti insieme!

    ciao
    ciao

    RispondiElimina
  2. ....pardon....sono tua fallower...per la precisione la numero 101....che bel numero!

    RispondiElimina
  3. Condivido follettina mia! No al nucleare!!!!

    RispondiElimina
  4. Totalamente d'accordo! Grazie per questo pensiero, Cri.
    Anto.

    RispondiElimina
  5. Anch'io la penso come te.
    Un saluto ciao

    RispondiElimina
  6. Ciao Cri,
    ti ho lasciato una mail privatamente.
    Fammi sapere.
    A presto donatellaM

    RispondiElimina
  7. e invece si continua a far finta di nulla, contano soltanto gli interessi economici, si fanno le guerre in mome dei soldi....dovremmo fare tutti qualche passo indietro e tornare a cose piu' semplici....
    speriamo che il referendum serva a qualcosa!

    RispondiElimina
  8. Il sacrificio di tutte le persone coinvolte in queste disgrazie incredibili servirà anche a farci aprire gli occhi sulla necessità di rivedere certe scelte che sembrano inevitabili!
    ps
    Credo proprio che potresti provare a riciclare il tuo ombrello Klimt, vedrai che non avrai problemi e il risultato sarà un successo di sicuro! Gioca sui colori come sai fare tu e vai tranquilla!!!

    RispondiElimina

grazie mille!!!